0.0/5 di voti (0 voti)

Il "Macco" di fave

  • Pronto in: 1 notte di ammollo delle fave + 3 ore
  • Porzioni: 4
  • Difficolt√†: media
  • Origine: Calabria
Il
  • 300 gr fave
  • 1 cipolletta
  • 1-2 pomodori
  • 10 gr zucchero
  • olio di oliva
  • sale
  • 200 gr pasta corta

Le fave secche si mettono a bagno tuta una notte con una punta di bicarbonato.

Poi, scolate e sbucciate, si mettono nella solita pignatta con 3/4 di litro d'acqua, insieme alla cipolla affettata e ai pomodori spezzettati, sale e pepe, zucchero.

Coprire e far cuocere a fuoco molto basso per 2 ore, aggiungendo acqua se occorre.

Intanto, cotta la pasta (meglio se corta) molto al dente, si scola e si unisce al "macco" di fave, si mescola e si lascia cuocere ancora per non oltre 5 minuti.

Vino Rosso

Il "Macco", lo troviamo in Puglia, è una purea di fave speciali secche di quella regione. In Calabria lo si usa per minestre di pasta.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.